Come effettuare le immersioni

 

All'interno dell'Area Marina Protetta puoi effettuare visite nei siti della zona B o nelle zone C come prescrive il regolamento.



ZONA B
Se desideri immergerti in zona B puoi farlo nei seguenti modi:


Accompagnato da guide subacquee dei vari "Diving Center" autorizzati.

Per informazioni telefonare al seguente numero: tel. 0185.289649.

 

Da solo o con i tuoi amici

Leggi la disciplina per l'accesso in Zona B dei subacquei privati.

In questo caso dovrai ottenere  sempre l'autorizzazione giornaliera e acquistare la tessera personale per effettuare attività subacquea.

 


ZONA C
Se desideri immergerti in zona C puoi farlo nei seguenti modi:

 

Accompagnato da guide subacquee dei vari "Diving Center" autorizzati.

Per informazioni telefonare al seguente numero: tel. 0185.289649.

 

Da solo o con i tuoi amici

Leggi la disciplina per l'accesso in zona C dei subacquei privati.

In questo caso non avrai bisogno dell’autorizzazione giornaliera, ma dovrai effettuare l’immersione seguendo le regole dettate da leggi e ordinanze.

Dovrai evitare inoltre di immergerti in zone interdette all’attività subacquea.

 

In ogni caso ricorda che:

Un subacqueo privato, con o senza autorespiratore, per immergersi in zona B deve:

1. ottenere l’autorizzazione giornaliera;

2. acquistare la tessera personale per l’attività subacquea (abbonamento).

La domanda di autorizzazione deve essere inoltrata all’Ente Gestore dell’Area Marina Protetta di Portofino, attraverso il modulo informatizzato presente sul sito internet dell’AMP (attualmente inattivo), oppure ritirandolo ed inviandolo presso gli uffici amministrativi dell’Ente gestore medesimo.

 

Le immersioni subacquee con o senza autorespiratore devono essere svolte secondo le seguenti modalità:

 

In zona B

in caso di immersioni effettuate da persona singola, esclusivamente se in possesso di brevetto almeno di secondo grado e di autorizzazione da parte dell’Ente gestore;

in caso di immersioni effettuate in gruppo (massimo 6 sub), in un numero di subacquei non superiore a 5 per ogni subacqueo in possesso di brevetto almeno di secondo grado;

le immersioni devono essere effettuate esclusivamente presso i siti indicati all’interno del Regolamento dell’area marina protetta. In ciascun sito l’immersione deve svolgersi entro il raggio di 100 metri calcolato dalla verticale del punto di ormeggio, fatto salvo il sito di immersione di interesse storico e culturale “Cristo degli Abissi”, presso il quale le immersioni devono svolgersi senza interferire col canale di transito dei mezzi nautici.

 

In zona C              

le immersioni subacquee diurne sono libere.

Ricorda di non immergerti mai senza l’apposita boa munita di bandiera segnasub. Tale segnalamento deve essere presente in acqua solo e non oltre il tempo nel quale si è effettuata l’immersione.

In ogni caso, durante l’immersione, sul natante deve rimanere una persona, nel rispetto delle ordinanze della guardia costiera.

Per una maggiore conoscenza consulta il Decreto n. 146 del 2008 (Capo III - Norme di sicurezza per unita' da diporto impiegate come unita' appoggio per immersioni subacquee a scopo sportivo o ricreativo).